La storia di Blog di un Libro

Comunicazione Social Media Marketing

Blog di un Libro è un mio personale progetto, pensato, realizzato, e fatto conoscere sfruttando al massimo i social media.

Permettetemi prima di tutto una piccola premessa, quanto leggerete qui di seguito è frutto di un vero e proprio innamoramento, pertanto del tutto imparziale e sfacciatamente favorevole. Questo post è l’equivalente del giudizio che un padre potrebbe dare del proprio figlio alla domanda “com’è il tuo ragazzo?” ;-)
“Splendido, meraviglioso, sublime, perfetto”.

Concept

Un libro che ancora deve nascere comincia a parlare ai futuri lettori attraverso Twitter, Facebook, FriendFeed.

Contemporaneamente suo papà inizia a scrivere il libro stesso, e pubblica settimanalmente i nuovi capitoli. Il piccolo libro ha una gestazione simile agli umani, nascerà quindi dopo 9 mesi.

Il libretto, ancora piccolo ma già in grado di dialogare (quasi) come un adulto, descrive quello che gli sta attorno: racconta di quello che l’autore (suo papà) sta facendo: se guarda la Tv, se sta scrivendo, se è triste o felice, se va in palestra o legge un libro.

Contemporaneamente il papà continua a creare le nuove pagine del futuro libretto, ma la stesura non è qualcosa di chiuso e fine a se stessa, tutti infatti in un certo qual modo, hanno la possibilità di partecipare alla creazione del “piccolo”. I modi messi a disposizione sono molteplici: essendo un blog, è data a tutti la possibilità di commentare. Vi è poi la possibilità di inviare dei suggerimenti relativi allo svolgimento delle future storie, del tipo “perché il protagonista non incontra un orso bruno?”. La terza modalità (una delle più gradite), è quella di divenire parte del libro stesso.

Potrai chiedere a papà di includerti nel libro, magari cambiandoti di nome (o magari no): “Ciao vorrei parlassi di me, mi chiamo Mario ma nel libro vorrei essere Alessandro e gioco a pallone.” Papà non inserirà alcun cognome ma tu saprai che sei parte di un libro, sei parte di me!

Strumenti

Come anticipato, per questo progetto ho voluto sfruttare al massimo tutti gli strumenti che la rete mi ha messo a disposizione. Il blog è su piattaforma WordPress sotto licenza Creative Commons. Il piccolo libro parla soprattutto attraverso Twitter (@blogdiunlibro) e FriendFeed (blogdiunlibro). L’autore del libro, desiderando rimanere anonimo, ha creato un profilo Facebook per un certo Autore Sconosciuto oltre che una fan page per il libro stesso. Una sana azione di link popularity ha portato nel tempo Blog di un Libro in diversi blogroll della galassia “libri, scrittori, scrittura creativa”. Non meno importante, quasi da subito è stata creata la versione mobile su Libero Mobile.

Storia

Due parole sulla storia: il libro parla di un ragazzo di 36 anni, di cui non conosciamo il nome, affetto da una strana malattia detta MCI, “mancanza cronica di iniziativa”. Nel corso dei capitoli (ad oggi siamo arrivati al numero 36) il protagonista affronterà molte avventure che lo porteranno, forse, a liberarsi di questo triste fardello.

Risultati

Il blog è andato online alla fine di maggio e, ad oggi, ha avuto quasi 19000 visite, calcolando che manca un mese e negli ultimi capitoli si svelerà il “mistero” della MCI, spero sinceramente di superare quota 20000.

Ho registrato sin da subito una incredibile partecipazione da parte dei lettori, lo testimoniano i 713 commenti ricevuti. Tra le cose che più mi hanno dato soddisfazione, vi è stata la possibilità di far entrare 2 amiche nel libro. Nello specifico il capitolo 12 – La cassiera e 33 – L’usignolo nascono proprio da 2 mail ricevute rispettivamente da Simona e Annalisa. La loro delicatezza nel descriversi e suggerirmi un’idea è stata fonte di ispirazione per la stesura dei testi.

Facebook è stato inizialmente lo strumento più utilizzato per conoscere gente e creare una massa critica di lettori. Sfruttando inizialmente le maglie più larghe di Facebook Costa Rica (lo ammetto… vivo al caldo :) ) ho potuto aggiungere un numero considerevole di persone scelta dai gruppi di amanti della lettura. A tutti costoro ho inviato un messaggio in cui mi presentavo dicendo sostanzialmente di essere un libro che ancora doveva nascere. Nel testo inoltre mi scusavo per l’eventuale disturbo arrecato, e mi auguravo di poter diventare al più presto un amico per loro.

Sarà per l’idea o per il messaggio sicuramente cordiale, fatto sta che in poco tempo ho toccato quota 800 amici. La promozione in Facebook si è interrotta una volta tornato in Italia, nel giro di una settimana infatti mi è arrivata la comunicazione che non avrei più potuto aggiungere altre persone pena la cancellazione dell’account. Per quanto paradossale possa essere, ancor oggi, quando alcune persone mi suggeriscono un amico, debbo incrociare le dita e sperare che Facebook mi permetta di aggiungere qualcuno in più.

Il capitolo Twitter è sicuramente tra i più affascinanti. Inizialmente ho aggiunto come con Facebook moltissimi amici. Con il tempo, utilizzando Justunfollow, ho eliminato le persone che non mi seguivano. Negli ultimi 20 giorni ho notato un incremento spropositato di followers. Quasi tutti costoro erano evidentemente account molto giovani. Facendo una piccola ricerca ho scoperto poi che Twitter Italia ha inserito l’account blogdiunlibro tra i consigliati della sezione Libri.

Ad oggi ho quindi 1425 persone che mi seguono e che ricevono e spero leggano i miei tweet. Tendenzialmente io adotto la politica di seguire chi mi segue, ciò nonostante evito di seguire profili di stranieri che difficilmente potrebbero realmente essere interessati a quello che il libro dice.

A tutti i miei followers ho inviato un messaggio di saluto che diceva più o meno “spero non sia strano per te ricevere tweets da un libro che ancora deve nascere (e in aggiunta un link alla pagina di presentazione)”.

Per concludere

Due parole sul libretto, inteso come l’esserino che parla ed interagisce: è davvero una peste, si arrabbia con suo padre perché quest’ultimo non gli compra una Wii, si infervora quando gli succedono cose disdicevoli del tipo “papà oggi gioca a poker e non mi bada”, insomma anche lui ha il suo caratterino, e credo questo sia piaciuto molto alle persone.

Adesso che sapete chi è l’Autore Sconosciuto spero non si sia rotta la magia, mi piacerebbe che molti di coloro che stanno leggendo questo post si collegassero e contribuissero a rendere ancor più speciali gli ultimi giorni di Blog di un Libro.

Samuel Gusso


Articolo nelle categorie | Comunicazione, Social Media Marketing

Potrebbero interessarti anche questi articoli correlati:
Pare che questo post sia particolare: non abbiamo trovato articoli correlati.
Salva e condividi questo post: post<li>
Vuoi partecipare? Vota questo articolo!
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (4 votes, average: 4,75 out of 5)
Loading ... Loading ...

10 Commenti su questo articolo

  1. dp designer ha scritto:

    bel post! grazie

  2. Samuel Gusso ha scritto:

    Grazie a te per aver lettola storia del mio…”bimbo”

  3. Samuel Gusso ha scritto:

    Non poteva essere altrimenti: il primo commento al mio post arriva da Storia Continua, un blog sul mondo della letteratura online e della scrittura 2.0. Posso già anticiparvi che a breve Blog di un Libro e Scrid di Storia Continua…si incontreranno..e ci sarà da divertirsi!

  4. pinkpanther1971 ha scritto:

    beh ti seguo fin dall’inizio

  5. Samuel Gusso ha scritto:

    @pinkpanther1971 Verissimo! e te ne sono davvero grato! Adesso con voi dovrò decidere..che fare del piccoletto una volta nato!!

  6. alfredo ha scritto:

    ti ho cercato su twitter, mi ritorna il messaggio” Nessuna persona trovata cercando Samuel Gusso”.
    come ti trovo?
    saluti alfredo

  7. Samuel Gusso ha scritto:

    Ciao, in effetti utilizzavo samuelbcn. Il problema è che in questo momento il profilo è un po’ abbandonato, sto usando quello del libro ( @blogdiunlibro ) per una questione soprattutto di tempo. Ciao!

  8. alfredo ha scritto:

    Trovato ed adesso “Following”
    Ciao Alfredo!

  9. gighen88 ha scritto:

    Nuovo blog dedicato al Web Marketing: gighen88.blogspot.com

  10. Davide ha scritto:

    Molto interessante il post.

1 Trackbacks per questo articolo

  1. Il successo del Blog di un Libro, ovvero, come sfruttare al meglio i Social Network | Storia Continua Says:

    [...] Per le nostre rubriche sui nuovi generi letterari e la loro promozione in Rete, oggi, parliamo ancora una volta di BlogdiunLibro. Ricordate, il piccolo libro la cui gestazione avviene interamente online, parla solo attraverso Twitter ed è firmato da un Autore Sconosciuto che chiama papà? Ebbene, a meno di mese dalla nascita, finalmente, questo padre ha voluto rendere pubblica la sua identità condividendo le strategie che hanno fatto il successo del suo progetto. [...]

Lascia il tuo commento

  • Tags
  • Popolari
  • Consigliati
  • Commentati
  • Iscriviti !
Iscriviti al feed RSS di OnlineMarketingBlog!
News e suggerimenti di Web marketing: iscriviti al feed RSS di Online Marketing Blog per rimanere sempre aggiornato!
Fai pubblicità su OMB

OMB – gli autori

  • Federico Calore si occupa di web marketing e motori di ricerca per passione e professione: è consulente esperto di search engine marketing, web analysis e online advertising.
    Logo Adwords Qualified Professional
  • Fabio Sutto, sviluppatore server-side dal 1998, è passato dalla programmazione ai motori di ricerca, quindi al web marketing e al web 2.0: nell'attesa delle novità che verranno.
  • Chi scrive su OMB? Visita il profilo di tutti gli autori di OMB.

Categorie