Tag Archive | "annunci contestuali"

Google chiude account con bassa performance

Tags: , , , , , , ,

Google chiude account con bassa performance


News PPC

Qualche giorno fa Google ha disattivato alcuni account della rete di contenuti AdSense che pubblicavano annunci contestuali su alcuni specifici domini. La notizia in un blog – che si occupa di seo e monetizzazione di domini internet – é datata 10 di febbraio, le prime disattivazioni si sono verificate qualche giorno prima.
Domain parking onlySono stati colpiti alcuni domini (non si conosce l’esatto criterio di individuazione) che utilizzavano il servizio di contenuti automatici WhyPark.
Google sta cercando di aumentare il tasso di conversione della rete di contenuti AdSense: c’è da capire se si tratti di un progresso, o del segno che gli advertisers in molti casi non sono soddisfatti della performance, in termini di efficacia (= conversioni), della rete di contenuti AdSense. Read the full story

Posted in News, PPCComments (3)

Google cerca di aumentare il rapporto di conversione

Tags: , , , , , , ,

Google cerca di aumentare il rapporto di conversione


PPC

Google AdSense è l’altra faccia di Adwords, dedicata ai proprietari di siti – publishers – che desiderano mettere a disposizione – a pagamento – alcuni spazi nei propri siti, dove verranno pubblicati annunci pubblicitari. Si tratta della rete di contenuti, di cui già molte volte ho parlato anche in questo blog, criticando spesso il rapporto di conversione ottenibile, quasi sempre inferiore alla rete di ricerca (vedi in particolare Performance rete di ricerca vs. rete di contenuti).

In questo periodo Google sta lavorando sul sistema e facendo varie modifiche per migliorare i risultati della rete di contenuti.
Evitare i click accidentali in AdsenseUna di queste modifiche era stata preannunciata da circa un mese ai publisher più importanti, ed ora è stata resa pubblica e messa in atto. Ho trovato la notizia nel blog ufficiale di AdSense in inglese, notizia poi subito (la sera stessa, questo sì che è attenzione all’immagine globale!) riportata dai blog locali nelle varie lingue, tra cui l’italiano: meno click accidentali con i nuovi annunci.

Per migliorare l’interazione degli utenti con gli annunci, abbiamo modificato leggermente i nostri annunci di testo, per aiutare a prevenire clic accidentali. In passato, gli utenti potevano fare clic sia sul testo che sullo sfondo dell’annuncio; ora, potranno interagire solo facendo clic sul titolo o sull’URL. In questo modo l’utente farà clic sull’annuncio solo se realmente interessato e non per errore.

Read the full story

Posted in PPCComments (1)

Tags: , , , , , , , ,

Search Quality Score e Qualità delle landing pages


PPC

Landing pages quality provoca il panico fra gli inserzionistiIn seguito alle notizie riguardo all’aggiornamento del Quality Score del sistema AdWords, sembra si sia scatenato un pò il panico tra gli inserzionisti, tutti intenti ad ottimizzare il codice delle loro pagine di atterraggio per “piacere” a Google.

Vorrei chiarire un pò la funzione del punteggio di qualità delle landing pages: innanzitutto è bene ricordare che il punteggio di qualità delle landing pages non è l’equivalente del search Quality Score (spesso riferito per brevità e semplicità come “Quality Score”).

  • il search Quality Score è il fattore che determina la posizione degli annunci sponsorizzati nei risultati della rete di ricerca AdWords per le keyword per le quali si fa un’offerta;
  • il content Quality Score decide la posizione degli annunci e quindi la pubblicazione o meno (i posti in questo caso sono contati) nella rete di contenuti di AdWords;
  • il landing page Quality è un punteggio di qualità assegnato alle pagine di destinazione collegate agli annunci a pagamento, che appaiono nella rete di ricerca e/o nella rete di contenuti;

Riguardo all’ultimo valore, la qualità delle landing pages (intesa come pertinenza rispetto alla parola chiave) ha due conseguenze:

  1. modifica il minimum bid (ovvero l’offerta minima per parola chiave) per quanto riguarda la rete di ricerca;
  2. modifica la posizione per quanto riguarda la rete di contenuti (infatti in questo caso non è possibile specificare un bid differenziato per parola chiave).

Il punto fondamentale da mettere in evidenza è che il punteggio qualità delle landing pages non impatta in modo diretto sulla posizione degli annunci nella rete di ricerca.

Questo è confermato anche da Google, che cito:

Will my landing page quality affect my ad’s position?
Not for Google search. While one’s landing page quality is directly correlated with the minimum bid required for one’s ads to run, it does not affect your ads position (or ‘rank’, as it is often referred to) at all. However, since there is no minimum bid requirement for contextually-targeted ads, low quality landing pages will result in the need to bid higher to compete in the auction, which could also impact your position on pages in the network.

In conclusione, ottimizzare le landing pages secondo criteri di pertinenza rispetto alle parole chiave è sempre buona norma, ma la priorità nella costruzione delle pagine di destinazione va data all’efficacia nel convertire l’utente.

Per quei click abbiamo già pagato, cerchiamo di farli fruttare al massimo, no?

Posted in PPCComments (4)

  • Tags
  • Popolari
  • Consigliati
  • Commentati
  • Iscriviti !
Iscriviti al feed RSS di OnlineMarketingBlog!
News e suggerimenti di Web marketing: iscriviti al feed RSS di Online Marketing Blog per rimanere sempre aggiornato!
Fai pubblicità su OMB

OMB – gli autori

  • Federico Calore si occupa di web marketing e motori di ricerca per passione e professione: è consulente esperto di search engine marketing, web analysis e online advertising.
    Logo Adwords Qualified Professional
  • Fabio Sutto, sviluppatore server-side dal 1998, è passato dalla programmazione ai motori di ricerca, quindi al web marketing e al web 2.0: nell'attesa delle novità che verranno.
  • Chi scrive su OMB? Visita il profilo di tutti gli autori di OMB.

Categorie