La vita e le tecnologie nel Gennaio 2015

Personale

Visione di un vicino futuro

Mi sveglio di soprassalto alle sette dopo una notte agitata, e preparo il caffè. Mi siedo, e guardo per riflesso condizionato l’I-Berry . Scorro la posta in arrivo, che il simpatico apparecchio mi proietta direttamente sulla tovaglietta della colazione. Sapete, erano anni che lo desideravo, ma ora con l’I-Berry posso proiettare direttamente le mie presentazioni su qualsiasi superficie: senza pc, e senza proiettore.

ipad dubaiMi sono appena abbonata a un servizio di Google (che è diventato un motore di ricerca semantico) chiamato Trendscope, che mi relaziona in tempo reale sugli articoli migliori e gli argomenti più “hot” (cioè più visitati e più commentati) tra i consumer expert blogs e i business blogs. Ho selezionato le categorie Consumer Packaged Goods, Fitness, Travels, Fashion, Education, Child development, e vari altri. Un misto di argomenti di interesse personale e professionale: la mia società infatti sviluppa blogvid e ricerche su cultural markers, per clienti che spaziano dalle scarpe ai libri per bambini, da Bergamo Alta a Dubai. Ebbene, oggi nelle conversazioni di fitness, child development ed educational toys campeggia sempre la stessa cosa: “interact-bike”. Che sarà mai?

La webassistant mi ha preparato la to do list della giornata, e… mi sembra che ci siano troppe cose; mi sa che devo cambiarle i settings.

Quello che merita il primo clic della giornata è un avviso di FriendLink: Agnes sarà a Roma tra quattro giorni (c’è questa applicazione dell’agenda che registra gli spostamenti e avvisa gli amici del network), così le mando subito una voicemail per dirle di incontrarci (cioè clicco sunote vocali, registro, e premo “invia mail”, è molto più veloce che scrivere un messaggio digitando sulla tovaglietta della colazione). Non la vedo da due anni, cioè dalla mia ultima visita ad Atene, ma ci scambiamo battute stupide quasi quotidianamente con Chirp.

I ragazzi si sono alzati. Facciamo colazione con dei fantastici cereali inventati e ordinati online da loro 48 ore prima, e ci mettiamo in macchina. Li lascio a scuola e proseguo.

Oggi ho prenotato un co-working dove pranzerò con un cliente. Significa che in qualsiasi città mi trovi, posso avere un ufficio, una postazione wi-fi e anche una caffetteria. Sempre più centri di co-housing si sono dotati di aree di co-working. Mi piace girare tra ambienti diversi: ogni volta incontro persone interessanti con cui scambiare due chiacchiere in una pausa caffè, oppure posso chiudermi in una saletta riunioni (per fortuna si fanno molte meno riunioni di vent’anni fa). Il mio team di ricercatori, sviluppatori e conversation managers non ha una sede fissa, possiamo lavorare dove ci pare e incontrarci dove ci pare.

L’ultimo fenomeno che ci sta appassionando sono i B2Blog, in cui le aziende sviluppano partnership, sinergie e alleanze strategiche con altre aziende, partendo dai suggerimenti dei loro consumatori ( è stato così, un caso di scuola oramai, che la Virgin ha lanciato la prima scoo-car elettrica, l’ibrido tra auto e scooter che ha invaso il mondo. La gente si è stancata delle grandi città, si vive sempre di più in campagna. Si arriva in città su 4 ruote, ma poi si lascia metà auto nei megaparcheggi in periferia e l’altra metà diventa uno scooter coperto a tre posti, una specie di Ape Piaggio spaziale per intenderci. Nelle città circolano solo queste auto-scooter e altri mezzi elettrici. Nonostante questo, il traffico rimane).

2015Mi siedo ad una postazione che mi ispira e collego il pc: i feed che ricevo sono intelligenti, vedono gli articoli e i post che ho letto di più ultimamente e me ne mandano degli altri di quel genere, mentre il resoconto della settimana stila la top ten degli articoli più letti in assoluto nel web per argomento scelto, e delle parole chiave che sono state usate per le ricerche. Vedo che nelle ultime 24 ore le conversazioni sulle biciclette per bambini, una delle categorie che sto monitorando per un cliente, è salito del 35%, strano. Che sarà successo? Ma come mai tutti postano su questa “interact-bike”? Vado su BikeTube, il canale dei patiti di bici, sottocategoria Kids, e vedo addirittura… la tribù di Brad e Angelina (amichevolmente separati, si riuniscono con i 9 figli multietnici per eventi di beneficenza): ieri si sono fatti vedere a Bangalore (i colossi mondiali delle produzioni cinematografiche ora sono in India) con delle nuove bici che

Una videotelefonatata del cliente che sto aspettando mi interrompe. Mi anticipa che vuole organizzare un Generator sulle Brad-biciclette interattive e lanciarne almeno tre modelli nel giro di sei mesi. Sì… un Generator online, si può fare.

Appena finisco la telefonata, Giorgio mi compare in videochat e mi annuncia che il loro videopost con gli stivaletti porpora sta andando benissimo. Le consumatrici scelte tra le divoratrici di scarpe hanno avuto qualche commento incerto solo sul tacco, che i designers hanno provveduto a cambiare sottoponendo al loro giudizio altre tre opzioni nell’arco di un’ora. Il responso è stato unanime: su 230 commenti, l’85% diceva andate col porpora, è cool, e il tacco urbanposh ci sta benissimo. Si va avanti col progetto. Mi fa piacere, dato che tutto era cominciato con un mio post sulla semiotica del colore porpora…

Sera.

I ragazzi sono a letto, e anche noi stiamo per cedere alla stanchezza… quando resto fulminata da un flashback. Siamo nel 2015! Ed io, nel 1985, avevo scritto nel diario di bordo della nostra classe: “Ci rivedremo qui tra trent’anni!”. Vado su SchoolBook, che ha raccolto i dati di tutti i gruppi scolastici creati spontaneamente su Facebook dal 2008 ad oggi, cerco la mia città, l’anno della maturità e il nome del nostro liceo, e compare immediatamente una foto della nostra scuola com’era allora. Adesso posso cercare di raccogliere i ragazzi della III A in un evento… ne vedo già qualcuno online. Per dormire c’è ancora tempo.

Liberamente ispirato da: Groundswell (Charlene Li/Josh Bernoff, Harvard Business Press).

I nomi e i concetti in corsivo “inventati” da me, tranne il Generator (una sessione creativa di una o due giornate), il co-working, il co-housing. Ma le tecnologie a supporto esistono già tutte, anzi di certo molte di più di quanto io sappia.

Il diario di bordo della mia classe del liceo esiste davvero, ero la blogger (su carta) della classe, e lo conservo gelosamente.

Flavia Rubino, founder www.thetalkingvillage.it


Articolo nelle categorie | Personale

Potrebbero interessarti anche questi articoli correlati:
Pare che questo post sia particolare: non abbiamo trovato articoli correlati.
Salva e condividi questo post: post<li>
Vuoi partecipare? Vota questo articolo!
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (No Ratings Yet)
Loading ... Loading ...

6 Commenti su questo articolo

  1. davide berardino ha scritto:

    bellissimo articolo. che ne dici di proporre una tua previsione su vedrete.it sulla tua visione di futuro?

    d.

  2. Flavia TTV ha scritto:

    Grazie Davide. Molto interessante il sito che segnali!

  3. Eurorisparmio Webmaster ha scritto:

    Non possiamo prevedere un futuro r5oseo se non si investira per la ricerca e la tecnologia se il nostro goveno a chiuso le porte all’innovazione tecnologica io credo che coi tempi che corrono gli italiani dovranno fare i conti con eurorisparmio.com e risparmiare per andare avanti?

  4. clicca qui ha scritto:

    quanta fantasia.. complimenti

  5. Webmaster Lab Marketing ha scritto:

    Gran bell’articolo, era da tanto che non ne leggevo uno così, brava!

  6. Dimensioni Creative Web Agency ha scritto:

    Si, concordo, gran bell’articolo. Continuate col blog che merita!

1 Trackbacks per questo articolo

  1. Ray Ban Online Store RTQQSN1727 IXNQ671137 - SERP Solution Says:

    [...] example, in the tin Recorder (clarinet) with a natural closed,Fashion Sunglasses Online Store JLZHQT4973 DEAZ365656, use a larger difference between the two different flavor intensity of playing, you can get away [...]

Lascia il tuo commento

  • Tags
  • Popolari
  • Consigliati
  • Commentati
  • Iscriviti !
Iscriviti al feed RSS di OnlineMarketingBlog!
News e suggerimenti di Web marketing: iscriviti al feed RSS di Online Marketing Blog per rimanere sempre aggiornato!
Fai pubblicità su OMB

OMB – gli autori

  • Federico Calore si occupa di web marketing e motori di ricerca per passione e professione: è consulente esperto di search engine marketing, web analysis e online advertising.
    Logo Adwords Qualified Professional
  • Fabio Sutto, sviluppatore server-side dal 1998, è passato dalla programmazione ai motori di ricerca, quindi al web marketing e al web 2.0: nell'attesa delle novità che verranno.
  • Chi scrive su OMB? Visita il profilo di tutti gli autori di OMB.

Categorie